venerdì 29 settembre 2017

Quadri Seriali

L'apparenza, o meglio, il primo sguardo possono trarre in inganno, l'occhio umano, guidato dalla sua mente e dalla sua psiche non vogliono indagare fino in fondo, questo è quello che vi spinge a giudicare, senza prima riflettere.

Ho voluto fortemente scegliere un soggetto alquanto fuori luogo, dissacrante e spaventoso per raccontare invece la poesia dell'arte, intesa nei suoi principi basilari.
Questi principi, non sono altro che racchiusi nei 3 colori primari, racchiusi a loro volta all'interno di 3 quadri, misura 30x30, che compongono nella loro pluralità un TRITTICO, nella sfera religiosa il numero 3 rappresenta la trinità, nella numerologia definito PERFETTO per eccellenza.

La magia dei colori, Giallo, Blu e Rosso, "macchiati", solo per gioco o forse per sfida,  perché questi possano essere intesi come unico e solo soggetto, accompagnati da ritratti, fuori luogo, senz'altro di Serial Killer, proponendo e sfruttando la loro etichetta malfamata di seriali.

Il seriale come spunto per valutare una tematica ed un soggetto che può risultare così astratto, seppur materiale, come il colore, poiché  possiamo vederlo, sappiamo oggettivamente come appare il giallo, piuttosto che il blu o il rosso anche sotto mille sfumature, ma come potremmo mai descriverlo a chi non ha questa capacità? Spesso accostiamo questi a il sole, il cielo, il fuoco, perchè questi condizionamenti? perchè non potremmo generare nuove opzioni per trasmettere la sensazione di un colore, attraverso nuove immagini, completamente nuove e cosi distanti.

Proviamo invece a entrare più a fondo nel concetto del colore stesso, lasciandolo alla sua oggettività, il giallo e il rosso, nell'effettività del loro essere non scaldano, ed il blu non rinfresca nelle torride giornate estive; Mondrian nel suo bellissimo e lungo percorso che lo avevano portato a generare la corrente artistica del "neoplasticismo" aveva raggiunto questo difficile espediente, non lasciando niente al caso e soprattutto eliminando qualsiasi forma figurativa e limitando anche le geometrie utilizzate, il mio esperimento invece, comporta una "prova" di congiunzione tra il suo mondo ed il mio, decisamente più figurativo.


Ho provato,nascondendo (il colore)  dietro a una ricerca fatta, sfruttando una numerologia, una cabala e personaggi mostruosi che niente hanno a che vedere con un colore, o forse si?


Blu-olio su tela 30x30

Giallo-olio su tela 30x30

Rosso-olio su tela 30x30

Giallo-Blu-Rosso
30x90
TRITTICO
olio su tela

giovedì 31 agosto 2017

Presentazione Copertina Quando a Pistoia le case erano chiuse di G.Villani

In occasione della realizzazione ella copertina per il libro di Gr
azia Villani, "Quando a  Pistoia le case erano chiuse" la presentazione da parte della libreria Les Bouquinistes

Articolo, riconoscimenti artingarage



Press--Art in Garage


Logo Avis Notte Rossa


Press---intervista e presentazione work shop art in garage



Il social eating


Quando l'arte per il cibo e per la pittura vanno insieme 
un nuovo modo per conoscersi e  farsi conoscere, avete mai provato un appuntamento al buio? in questo caso l'incognita potrà essere il cibo ma nella casa del pittore non ci si annoia mai.
L'articolo pubblicato in occasione dell'evento